Una lavanderia in piccoli spazi: la colonna lavanderia

Una lavanderia in piccoli spazi: la colonna lavanderia

Sfrutta lo spazio verticale!

La lavanderia. Al pari della cabina armadio sembra proprio che una delle stanze più apprezzate e più desiderate (non perché si ami fare il bucato in realtà ma per la grande funzionalità e comodità di uno spazio dedicato, lasciamelo dire) è proprio la lavanderia.

Non tutti però abbiamo a disposizione uno spazio dedicato e spesso siamo costretti a pensare di realizzarla in piccoli spazi. Una soluzione potrebbe essere affiancare (laddove dovesse servirti anche l’asciugatrice) lavatrice/asciugatrice in orizzontale e camuffarle totalmente in un mobile bagno su misura.

Foto via Zrobym
Foto via Polygon
Linea Baxar

Anche io alle prese con la mia casa ne avrei (fortemente) voluto realizzare una separata ma gli spazi, appunto, non lo hanno consentito. Quello che però sono riuscita a fare (non inventandomi nulla, sia chiaro) è sfruttare lo spazio verticale che inizialmente, nel progetto che ci hanno presentato, era destinato alla sola lavatrice, in uno dei due bagni di casa. L’idea è stata di creare quella che viene comunemente definita colonna lavanderia.

Linea Arcombagno

Se infatti hai poco spazio ma non vuoi rinunciare ad un’area pensata, ordinata e dedicata al bucato la colonna lavanderia farà al caso tuo.

Questo è il vero modo per creare una mini lavanderia in uno spazio che praticamente quasi tutti abbiamo a casa, quello destinato alla lavatrice. Che sia in un bagno o in cucina sarà comunque possibile nascondere questa zona funzionale in un’armadiatura in linea con lo stile del tuo spazio.

Foto via Scavolini Linea Laundry

In commercio esistono da molti anni e di molti marchi, sistemi per l’incolonnamento di lavatrice ed asciugatrice. In genere con meno di 50 euro è possibile acquistare prodotti adatti e compatibili per incolonnare i due pezzi quindi anche in questo siamo facilitati nel caso avessimo solo l’involucro esterno/armadio per nascondere i nostri elettrodomestici.

Oggi parliamo di come rendere esteticamente bella, ma anche funzionale, la colonna lavanderia e parto con il dire che a me la combo (ma anche la sola lavatrice) lavatrice/asciugatrice a vista non piace proprio.

Sia in caso tu abbia uno o che tu ne abbia due bagni, se inserisci la colonna lavanderia (ma ripeto anche la sola lavatrice) in un bagno sarebbe, a mio parere, il caso di mascherarla o quantomeno di armonizzarla al resto.

Linea Geromin

In svariati modi e con prezzi alle volte davvero accessibili (Ikea docet) puoi sbizzarrirti con soluzioni diverse.

Colonna lavanderia dunque. Tutto parte dal valutare lo spazio a tua disposizione. Sicuramente il minimo di larghezza per pensare di inserirne una è di 63/64 cm considerando che per una lavatrice standard la larghezza si aggira sui 59,5/59,8 cm. Per quanto riguarda la profondità per stare tranquilli dobbiamo considerare 70 cm di ingombro totale a meno di scegliere delle lavatrici (anche queste facilmente acquistabili) slim con un ingombro di appena 45 cm.

Foto via Xilos

Potresti però avere anche uno spazio più ampio e quindi ricavare dello spazio da accessoriare di fianco alla semplice colonna lavanderia. Penso ad esempio un’area per riporre asse da stiro, stendino, varie ed eventuali, etc.

L’idea di base (qualsiasi sia la tua larghezza) è quella di realizzare una semplice armadiatura (aperta dietro per la questione tubi ed umidità che devi sempre tener presente) e che possa avere dello spazio ulteriore in alto che venga sfruttato per detersivi e tutta quella roba che in genere è di aiuto nella parte laundry di casa.

In commercio esistono svariate soluzioni, di diverse fasce di prezzo e capaci di adattarsi a stili ed esigenze diverse. Molto interessante e spesso conveniente economicamente è anche la soluzione di affidarsi ad un falegname per personalizzare ulteriormente come definirne gli spazi interni. Penso per esempio a sfruttare tutti i cm a disposizione sia in larghezza che altezza con un prodotto totalmente su misura.

Foto di AnnaBode

Ciò su cui dovrai concentrarti è la questione materiale. Per ambienti umidi come il bagno servono dei materiali idonei, capaci di avere una grande durabilità nel tempo, di resistere in modo egregio al contatto con l’acqua ed alla umidità che si crea.

Non hai a disposizione uno spazio in bagno? Vivi in una piccola casa e l’unico spazio disponibile è la cucina?

Perché non pensare di usare una intera colonna per destinarla al tuo spazio lavanderia?

Foto via TM Italia
Colonna Pocket Arclinea via Ambiente Cucina

Puoi sempre usare i supporti disponibili un po’ ovunque per incolonnare i due elettrodomestici e sfruttare lo spazio restante (in genere la cucina è alta 240 cm ed incolonnare lavatrice ed asciugatrice ti ruberà al massimo 180 cm) per stivare tutto ciò che ti è utile per la parte lavanderia.

Foto via Designstuff

Per la lavanderia nascosta è tutto. Ti parlerò prestissimo di come invece realizzare una lavanderia separata (se hai la fortuna di poter avere uno spazio dedicato) per renderla funzionale e sfruttarne tutti gli spazi.

Spero questo post ti sia utile,

alla prossima

Vittoria

Foto in copertina via Casa_casada. Progetto di Fisher & Paykel.

Ti potrebbero interessare

12 comments

  1. in casa mia ero indecisa se fare la colonna lavanderia, oppure lasciare la lavatrice nel secondo bagnetto e asciugatrice in taverna. Ho optato per la seconda opzione, ma ho comunque la presa per poter mettere l’asciugatrice sopra la lavatrice… bell’articolo comunque con ottime idee

    1. Grazie Silvia, le soluzioni sono infinite ed ognuna è la migliore per le necessità di chi vive la casa. Non esiste una regola assoluta, specie negli spazi domestici.

  2. Belle soluzioni per la lavanderia. Ma non so se chiudendo sia la lavatrice e l’asciugatrice con delle ante aumenti l’odore sgradevole dei due elettrodomestici. Tu che dici?

    1. Ciao Speranza! Due sono gli accorgimenti da tenere: uno è che la colonna lavanderia dietro sia lasciata aperta per evitare La creazione di umidità, due che la lavatrice e l’asciugatrice siano tenute un po’ aperte dopo la fine dei programmi. Questo consentirà di evitare sgradevoli odori sia all’interno della lavatrice/asciugatrice che all’interno della colonna.

  3. Io ho uno spazio verticale ma non ho una asciugatrice! Credo sia troppo poco eco-sostenibile ! Lavo di sera in modo che lo stendino di notte non dà fastidio a nessuno 🙂

    1. Sicuramente è un modo più ecosostenibile dell’asciugatrice. Però una bella colonna lavanderia senza asciugatrice ma con tutto l’occorrente per aggiustato sopra la lavatrice non è comunque male direi. Non trovi?

  4. Ma solo io non riesco a trovare mobili a colonna verticale per lavatrice e asciugatrice a meno di 700 euro? Io ho due bagni molto grandi (e no lavanderia) e attualmente ci sono asciugatrice e lavatrice impilate in uno dei due ma vorrei tanto trovare una soluzione esteticamente più piacevole senza spendere così tanti soldi!

    1. Ciao Chiara! Hai ragione sui costi. Purtroppo i mobili da bagno, anche se non sembrerebbe, sono tra i più costosi viste le caratteristiche dei materiali richiesti. Non so se riesci a stare in quella cifra (dipende dal rivenditore, dalla grandezza e da cosa scegli) ma ti consiglio di chiedere almeno un preventivo del marchio Baxar. Il mio mobile é loro ed è costato decisamente meno di altri preventivi che mi sono stati proposti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!