Tre modi per arredare un ingresso piccolo

ingresso Very Vittoria

Come sfruttare un piccolo ingresso

Come dice quel detto famoso? “La prima impressione è ciò che conta”.

Ti dirò che la stessa regola (provata e comprovata) vale anche per la casa e risulta perciò importante curare anche l’ingresso di casa tua.

Ci sono tantissimi tipi di ingresso ma in questo post ne studieremo tre. Hanno in comune tutte una unica caratteristica: la piccola dimensione. Ovviamente nelle case di nuova costruzione l’ingresso è ormai sparito perché si propende in genere nell’entrare direttamente nel living per evitare “perdite di spazio” ma nelle case anni 60/90 è un classico.

ingresso piccolo
Fonte via Decorated Life

Ci sono vari tipi di ingresso ovviamente e dovrai essere capace di capire quale soluzione proposta sarà quella che si adatta meglio al tuo caso ed agli spazi che hai a disposizione.

Che tipo di ingresso hai? Sul corridoio, quadrato, con muro difronte alla porta? Qualsiasi sia il tuo caso probabilmente una caratteristica comune sarà quella di uno spazio un po’ buio e poco sfruttato.

Il plus di arredare in modo funzionale (e dunque non solo d’effetto e di tendenza) lo spazio dell’ingresso è quello di avere uno spazio che sia di aiuto, utile, alle prime o ultime azioni che compi prima di uscire di casa.

ingresso piccolo
Fonte: Stephanie Kraus

Partiamo però da due caratteristiche che accomuneranno tutte e tre le idee di arredo che ti proporrò nel post. Colore e luce.

Come detto questo spazio, generalmente, non è inondato di luce diretta, per cui valuta dei punti luce adatti a illuminare lo spazio in modo idoneo.

Abbiamo spesso detto nel blog come per allargare ed ingrandire gli spazi non sempre la risposta sia il bianco e questo post ne è una ulteriore conferma. Valuta il colore o non-colore in base a molti fattori ed allo spazio che hai a tua disposizione. Anche la carta da parati, in alcuni casi e scelta con attenzione, potrebbe essere una valida scelta.

ingresso
Fonte: Amazon

Ma veniamo alle tre combinazioni fatte per arredare in tre modi diversi l’ingresso, piccolo, di casa.

1)      Pouf/ Seduta bassa ed allungata + Specchio + Vassoio

Prima soluzione partire da un pouf allungato/seduta allungata nel materiale e colore che più ti piacciono. Spazio a legno, velluto, stampe colorate ed eccentriche o monocolore. Strutture in materiali naturali o in metallo. Uno specchio, grande, e un vassoio da usare come svuota tasche saranno i complementi perfetti. Ho giocato selezionando degli arredi per un ingresso chic sui toni dell’oro, marmo e velluto  disponibili nella collezione Home di Zara F/W 2018-2019. Delle piante, una lanterna e qualche accessorio decor completeranno l’arredo.
ingresso chic

2)      Consolle + Quadri + Vassoio + Vasi

Questa volta protagonista sarà la consolle. In vendita ci sono consolle di vari stili e soprattutto di profondità diverse. Anche in questo caso i materiali sono diversi ed adattabili ad ogni stile. Perfettamente di accompagno saranno delle stampe, dei vasi ed un vassoio svuota tasche. Nella selezione che ho fatto su Maison du Monde la base è il nero con top marmo chiaro, alleggerita nelle forme e smorzata da un tocco di colori pop che spezzeranno il binomio bianco/nero. Per completare il tuo ingresso potresti inserire una lampada (molto bella questa in marmo e vetro) e due ceste in rafia ad ammorbidire il rigore degli elementi selezionati.
ingresso metropolitana

3)      Attaccapanni + Specchio + Cestini

Neanche a doverlo specificare ulteriormente, l’attaccapanni è al centro di questo ingresso. Si tratta di attaccapanni di dimensioni ridotte, specie nello spessore. Potrai declinarlo nel modo e stile che più prediligi. Io in questo caso ti propongo una selezione di oggetti di forte richiamo nordico. L’uso di legno naturale, tessuti morbidi e stampe geometriche si adatta perfettamente ad un ingresso caldo, pulito e accogliente. In questo caso d’obbligo la scelta di belle grucce in legno (al bando quelle di plastica spaiate). I cestini li ho pensati usati uno per riporre le ciabatte e l’altro per conservare le scarpe, magari in comode e pratiche sacche (in vendita un po’ ovunque). Se uno dei capisaldi della filosofia hygge è camminare in casa con spessi e caldi calzini e tu non riesci proprio a farlo, è comunque una buona abitudine togliersi le scarpe appena si entra in casa (mia cognata è da anni che lo ripete e dopo aver letto questo post capisco il perché).
ingresso scandinavo

Abbiamo visto come sfruttare il tuo ingresso piccolo in tre modi diversi. Ovviamente le possibilità non finiscono qui. Potresti pensare ad un mobile contenitore, ad una scarpiera a muro, ad un cassettone. Le possibilità sono infinite ma presta sempre grande attenzione a come occupi lo spazio ed a non riempirlo eccessivamente. Fondamentale è “lasciare libero” il passaggio e la luce (spazio) della porta di ingresso.

Spero che questo post ti abbia ispirato. E a te? Ti soddisfa il tuo ingresso? Credi di averlo valorizzato al meglio?

 

A presto

Vittoria

 

Foto in evidenza e nel post via Pinterest.

© All Rights riserved to their respective owners

Vittoria, qualche anno in più di 30 e molte passioni. L’interior la più grande.

Ti potrebbero interessare

13 comments

  1. Mi manca avere un ingresso! Come dici tu, ormai nelle case nuove non esiste più. Ce l’ hanno invece i miei, e l’ hanno arredato con una consolle con specchio, una panca in paglia di Vienna e un armadio guardaroba. Il loro ingresso però è molto grande.

  2. Ciao Vittoria, noi abbiamo un ingresso medio ma penso che con qualche modifica si potrebbe dargli un effetto ancora più grande. A me personalmente piace molto l’idea numero due con la consolle. 🙂
    Maria Domenica

  3. Ciao Vittoria, pur avendo un ingresso di media grandezza, a me piace molto l’idea di “allargarlo” mediante la soluzione numero due con la consolle e le tele.
    Maria Domenica

  4. Anch’io ho un ingresso piccolo, e avevo già pensato a quello che ho denominato “il progetto panchetta” che prevede di inserire nell’angusto spazio a mia disposizione una piccola panca su cui sedersi per mettere/togliere le scarpe, uno specchio e un piccolo piano d’appoggio. La tua seconda proposta mi piace molto (soprattutto i due quadri), mi piacerebbe declinare ciò che ho in mente secondo quello stile lì 🙂

  5. Come sempre molto utili e interessanti i tuoi articoli. Ho letto questo molto volentieri perchè davvero avrei la necessità di trasformare il mio ingresso che, così come è ora, risulta essere proprio inutilizzato.

  6. Post utilissimo! Il mio ingresso è veramente piccolissimo eppure è un posto che con i giusti accorgimenti potrebbe diventare molto funzionale! Grazie per gli spunti, ci rifletterò!

  7. Io un ingresso davvero strano perche’ a dire il vero e’ stato aggiunto in un secondo momento. LA costruzione della casa in cui vivo ha una storia davvero strana…Comunque dovro’ provare uno dei tuoi metodi cercando di sfruttare al massimo lo spazio anche se e’ difficile. In pratica il portone apre sulla scala che va su. A sinistra ho una finestra nel muro e a destra la porta che apre verso il living. Non sono mai riuscita a mettere niente altro che un attaccapanni. Provero’ ad aggiungere le ceste stile nordico e vedere se ravvivo un po’. Grazie delle dritte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!