Open space: pro e contro della casa del futuro

Perché scegliere un open space per la tua casa

Lo stile di vita di oggi è sempre più frenetico e ci impone anche nuovi ritmi. Questo cambiamento si riflette nell’abitabilità dei nostri spazi privati e nell’uso che di essi ne facciamo. Anche la casa sembra ci dica di non avere tempo per spazi da usare poco, perciò occorre ottimizzare al massimo gli ambienti esistenti al fine di viverli al meglio nei momenti sempre più limitati che possiamo dedicargli.


Foto di Pia Ullin, progetto di Lotta Agaton per Elle interior

Devi ristrutturare casa e stai già pensando a come organizzare gli spazi in base alle tue abitudini in modo da renderli più fruibili e multifunzionali?

Perfetto! Ti scrivo per darti qualche suggerimento. In particolare, oggi, voglio parlare dell’area living.

Foto via Planet Deco France

Spesso ci si trova in appartamenti con cucine minuscole e poco illuminate, ampi saloni e sale da pranzo poco utilizzate se non nelle grandi occasioni. Una delle richieste più frequenti nelle ristrutturazioni d’interni è proprio quella di avere spazi aperti in modo da dare più ampio respiro all’abitazione.

Sia che si tratti di un piccolo appartamento in città o di una villa in campagna, una zona living ampia e luminosa può dare alla casa il giusto equilibrio per vivere appieno tutte le attività quotidiane.

Foto via Coco Lapine Design

Avere un’unica zona giorno genera una forte connessione tra il mondo esterno e quello interno; un grande spazio aperto può fungere da filtro tra la zona più intima delle camere da letto e tutto ciò che ci lasciamo dietro quando rientriamo a casa e chiudiamo il portone.

Foto via Alvhem

Ma perché creare un’open space a casa vostra? Una prima risposta è che avere un’ampia zona living aperta sicuramente genera un benefit a livello sociale. Grazie infatti allo spazio “aperto” si aumenta lo scambio tra le persone che vivono lo stesso spazio e se ne fortifica il legame.

Foto via Entrance Makleri

L’area living diventa un unico grande palco sul quale mettere in scena contemporaneamente diverse attività. Viviamo in un’era in cui abbiamo meno tempo per vivere la nostra casa che ha sempre meno spazio, per cui la condivisione diventa la parola d’ordine di un progetto di restyling.

Fare questa scelta nella tua ristrutturazione ha un altro fattore positivo: l’ambiente allargato avrà maggiore luce naturale. Abbattere una parete o una porzione di essa porterà al nuovo spazio una bella luminosità che andrà a rendere più piacevole la vivibilità della stanza.

Questo rinnovato aspetto formale della casa se da un lato fa pensare subito ad una maggiore libertà d’azione e fruibilità, dall’altro può di contro assumere alcuni aspetti meno positivi da gestire nella quotidianità.

La cucina, ad esempio, generando odori e vapori, potrebbe risultare sgradevole per gli altri inquilini o per gli ospiti.

View this post on Instagram

😍😍😍

A post shared by TheTmrw (@thetmrw) on

Un altro elemento sfavorevole potrebbe essere il rumore che proviene dalle diverse attività.

Esistono però delle soluzioni alternative che coniugano design, funzionalità ed equilibrio e che ci permettono di non rinunciare all’idea di avere una bella zona aperta.

Ad esempio si potrebbe pensare alla creazione di spazi semi aperti al fine di schermare, almeno in parte, alcune zone del living per dar loro la giusta privacy. A tal fine l’utilizzo di pannelli rotanti può dare la possibilità di combinare lo stesso spazio in svariati modi a seconda delle esigenze.

Un’altra soluzione potrebbe essere la divisione delle parti con pannelli scorrevoli opachi a tutta altezza che non solo caratterizzano l’ambiente, ma lasciano anche la possibilità di gestire lo spazio in base all’occorrenza.

Foto via Interiorno

La zona della cottura può essere pensata anche come una capsula inglobata in un sistema più ampio, chiudendola in una struttura dallo stile industrial mixando legno, alluminio e vetro.

Foto via Gaia Miacola

Le soluzioni che possono rendere unico e particolare un open space sono molte; si può creare divisione degli spazi senza buttar giù nessuna parete, ma con la semplice disposizione degli arredi, usando diversi tipi di pavimenti e rivestimenti oppure aiutandosi con dei lampadari importanti, giocare con i rivestimenti e i colori.

Qualunque sia la scelta per il tuo progetto ricorda che la parola d’ordine del futuro è multifunzionalità, la casa del futuro è Smart, interconnessa come la società in cui viviamo.

Foto via Alvhem

E tu sei pronto a rivoluzionare i tuoi spazi?

Alla prossima,

Maria Gemma

Mi trovi anche sui miei social: INSTAGRAM  https://www.instagram.com/maria_gemma/
LINKEDIN    https://it.linkedin.com/in/maria-gemma-cosenza
FACEBOOK  https://www.facebook.com/maria.gemma1

Immagine di copertina via PlanetDeco.fr

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!