La paglia di Vienna: il ritorno di un classico

La paglia di Vienna: il ritorno di un classico

Il pezzo dal sapore vintage perfetto in ogni casa

Basta guardarsi intorno per capire che la paglia di Vienna è un grande ritorno dal passato ed un grande trend, che non finirà con questa stagione. Zara Home neanche una settimana fa ha rilasciato sul suo sito la seduta della collezione autunno-inverno 19/20 che neanche a dirlo è caratterizzata dall’uso massivo, su schienale e seduta, della paglia di Vienna. Abbinata a linee pulite ed essenziali, tinte di nero, è davvero un bel pezzo, da valutare direi. Ed inoltre ha lasciato intendere dalle anteprime che ci saranno ulteriori referenze con la classica trama della paglia di Vienna.

Ma se oggi è un ritorno, la paglia di Vienna ha caratterizzato intere epoche, intere collezioni, arredato intere case. Ha vestito armadi, sedute, separé, madie.

Foto di Jonas Berg via Stadshem

Thonet, un maestro ebanista viennese, è diventato icona di design che ha attraversato i secoli grazie alle sue sedute in paglia di Vienna (così chiamata proprio per essere stata utilizzata da Thonet a Vienna), iconiche e molto replicate.

Foto via Alvhem

Non è difficile infatti che tu abbia visto e usato, nelle case di nonni e zii, copie delle celeberrime Thonet 14 o 18 o addirittura che tu abbia a casa, o nel garage, una sedia originale di cui non conosci il valore e la storia.

Thonet è stato il primo, ma certamente non l’unico, a dare valore a questo tipo di materiale. Unita al legno naturale o a profili neri, la paglia di Vienna è stata largamente usata per disegnare gli spazi quotidiani fin dall’inizio del secolo. Basti pensare ad esempio ad un’altra celebre sedia, questa volta di Cesca, tuttora replicata e riproposta, un misto di design industriale e rievocazione del passato.

Foto via Francy Fancy
 La paglia di Vienna in sala da pranzo/cucina

Quanto spesso, in riviste di arredo o in profili Instagram meravigliosi (per esempio questo di Alvhem o di Entrance ) si vedono eleganti sedute con paglia di Vienna ad arredare spazi meravigliosi? Molte, molte volte.

Ed allora la prima (ed ovvia) idea di inserirne una o più nei tuoi spazi è quella di farne le sedute principali della tua zona pranzo.

Io sono per il mix (ma d’altronde credo tu l’abbia già capito).

Foto via Entrance Makleri

Opta per creare un match di stili anche per la parte pranzo ed ovviamente tenendo sempre in considerazione l’insieme e cosa vuoi realizzare. Abbinale tra loro mixando forme, colori, con braccioli, senza. Scegli tavoli lineari, puliti, in legno o verniciati (direi sullo scuro) per far risaltare il chiaro della seduta (e magari della spalliera) o per creare un continuo di materiali naturali.

Perfetta anche in camera da letto o nella zona living

Io nella mia camera da letto come comodini ho optato per vecchie sedie in legno. Potresti pensare di usare due comodini diversi ed optare per una bella sedia in paglia di Vienna (se vintage molto meglio, dai un’occhiata ai molti mercatini dell’usato).

Foto di  Jonas Berg via Stadshem

Oppure,se hai la fortuna di avere degli spazi ampi una bella seduta, come quella proposta da Zara Home, è perfetta. O ancora una testiera o un armadio con ante in paglia.

Foto via Elle Decoration

Questo tipo di trama, così caratteristica, è perfetta anche nella zona living. In un’area divani o per creare una zona lettura inserirne una(meglio se abbinata a morbidi cuscini) risulta adatta per portare un tocco vintage ma sempre contemporaneo nei tuoi spazi.

Foto via  Trendenser

Non solo sedute però. La paglia di Vienna, nelle collezioni attuali, veste testate di letti, comodini, armadi. Ricopre spalliere di morbidi divani, si accompagna a tessili disparati, dal lino al velluto.

Adatto ad uno stile coloniale, ad uno stile vintage e perfetto in uno stile eclettico, si adatterà a molteplici e diversi spazi.

Io le ho scelte per la zona pranzo e cercherò di mostrartele presto.

Si sarà capito che mi piace molto questo ritorno?

Alla prossima,

Vittoria

Foto in copertina via Svenska Maklarhuset & Trendenser.

Ti potrebbero interessare

12 comments

  1. Adoro tantissimo queste sedie (no, non sapevo si chiamasse paglia di Vienna, quindi ho imparato una nuova cosa anche oggi), perché mi sembrano raffinate e allo stesso tempo utilizzabili nella quotidianità.

    1. Sono d’accordo con te su tutta la linea. Riesco a racchiudere sia un’anima elegante sia una semplicità di fruizione quotidiana. Perfette!

      1. Vedrai che quando meno te lo aspetti ti arriverà l’idea giusta per inserirle. Magari adesso non ne hai modo ma anche una, in un angolo, non sarebbe male!

  2. Mio zio faceva il falegname e in occasione di un trasloco regalò ai miei genitori un salottino in pagina di Vienna. Non è mai passato di moda in casa nostra! Il divanetto arreda ancora l’ingresso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!