La mansarda: come arredarla e sfruttarla al meglio

La mansarda: come arredarla e sfruttarla al meglio
Come arredare le case tra i tetti spioventi

Dimentica il concetto di sottotetto o mansarda triste. Anche se in Italia ancora la mansarda non è contemplata come prima scelta tra le abitazioni su cui puntare, io la trovo di un fascino notevole.

Con le giuste attenzioni, una attenta progettazione e la voglia di sperimentare scelte alle volte non convenzionali, infatti, riesce ad essere una soluzione che potrebbe fare al caso di molti, specie di coppie giovani e dinamiche alle ricerca di qualcosa di inconsueto.

La mansarda: come arredarla e sfruttarla al meglio
Progetto di  Emma Fisher, foto di Alen Cordic per Bjurfors via Coco Lapine Design

Ma prima di partire lasciami dire che questo post è uno di quelli in collaborazione con Francesca di Una designer per tutti. Abbiamo deciso da qualche mese di scrivere di uno stesso tema cercando di darti ogni volta spunti diversi ed in alcuni casi complementari. Lei questa volta ti parla di come sfruttare al meglio ogni singola stanza in mansarda e ti consiglio di non perderlo.

Ma torniamo alla mansarda. Il termine mansarda si deve ad un architetto, Mansard o Mansart, che diffuse nel Francia del XVI° secolo l’utilizzo della mansarda appunto, soluzione abitativa già molto presente nei paesi nordici, al fine di recuperare e rendere abitabili gli spazi del sottotetto.

La mansarda: come arredarla e sfruttarla al meglio
Progetto di Grey Deco, foto di Jonas Berg per Stadshem

La caratteristica fondamentale delle mansarde è la loro altezza e la differenza di altezza tra i punti più alti e quelli più bassi che è molto variabile da struttura a struttura.

Esistono mansarde infatti con le altezze basse di 2 metri ma anche mansarde che toccano il metro di altezza nei punti più critici. Ecco perché il progetto di una mansarda può essere complesso ed ecco perché molti, tanti, ancora si tengono ben lontani dallo sceglierla come soluzione abitativa.

La mansarda: come arredarla e sfruttarla al meglio
Foto di Anders Bergstedt via Entrance Makleri
Come sfruttare al meglio una mansarda?

Innanzitutto se vuoi considerare o hai già scelto una soluzione del genere dovrai prevedere molte soluzioni su misura. Questo tipo di arredi, possono essere soluzioni in cartongesso o lavori in legno, ti permetteranno infatti di sfruttare al meglio le parti più basse dei tuoi spazi abitativi e di rendere anche più lineari planimetrie spesso complesse.

La mansarda: come arredarla e sfruttarla al meglio
Progetto di  Emma Fisher, foto di Alen Cordic per Bjurfors via Coco Lapine Design

Spazio quindi ad armadi su misura, a mobili contenitivi che si svestono dei loro classici panni ma si trasformano in pezzi totalmente customizzati per le tue esigenze.

Come sfruttare le parti più basse di una mansarda?

Con gli spazi contenitivi appunto (armadi, librerie a correre, scarpiere basse) ma anche con le parti della casa (e i mobili) che necessitano di meno altezza. Quando si approccia l’arredo di una mansarda di deve innanzitutto capire e decidere la finalità delle singole aree. Un esempio? La zona divani.

Progetto di By Bon, foto di Alen Cordic per Bjurfors

La zona divani ad esempio, così come la zona studio, potrebbe essere inserita negli spazi con le altezze mediamente basse visto che la usiamo da seduti e che quindi non necessitiamo di altezze standard. La cucina ad esempio o le parti del bagno che usiamo stando in piedi devono invece essere caratterizzati da una adeguata altezza che ci permetterà di fruirne in modo comodo.

La mansarda: come arredarla e sfruttarla al meglio
Progetto di Emma Fisher, foto di Alen Cordic per Bjurfors 
La mansarda: come arredarla e sfruttarla al meglio
Progetto di Nouvel Interior, foto di Alen Cordic per Bjurfors via Coco Lapine Design

Dunque primo punto importante è capire dove mettere cosa.

Nella mansarda, infatti, il concetto spesso usato di: “sposto i mobili per dare un nuovo aspetto al mio spazio” non è così facilmente realizzabile.

Fai attenzione alla luce

Poni molta attenzione alla luce. Se già sicuramente saprai che bisogna lavorare su un buon isolamento termico per rendere più confortevole la tua mansarda (ma per questo ti consiglio caldamente di affidarti a dei professionisti), spesso la luce non viene considerata a dovere. Male.

La mansarda: come arredarla e sfruttarla al meglio
Foto via Entrance Makleri

Nelle mansarde la luce naturale è spesso dovuta solo alla presenza di finestre per tetti (diversi dai lucernari) e va da sè che quindi lo studio delle luci artificiali riveste un altro punto fondamentale vista la non continuità di altezze e la presenza di molte zone d’ombra. Largo dunque a punti luce, lampade da tavolo o da terra ed al bando, a meno di scelte stilistiche ben precise o di scegliere pezzi di dimensioni contenuti, i bellissimi ma poco pratici ed ingombranti lampadari a sospensione.

Che palette colori scegliere in mansarda?

Anche nella mansarda riveste grande importanza la scelta della palette colori ed anche in questo caso c’è il partito pro colore e quello pro neutrals.

La mansarda: come arredarla e sfruttarla al meglio
Foto di Anders Bergstedt via Entrance Makleri

Nelle mansarde molto basse vale la regole degli spazi piccoli: opta per colori luminosi, magari con un colpo visivo che può essere un pezzo di design (lampada, seduta, accessorio), ma mantieni un profilo stilistico semplice, pulito.

Colori chiari come i bianchi, i beige, i grigi (mai troppo scuri), saranno una bella base su cui strutturare una moodboard anche complessa.

Foto di Planete Deco via Coco Lapine Design

Se invece ti piace osare e non ti spaventa il colore, e se la luce naturale lo permette, puoi optare per le nuance più disparate, da morbidi rosa ai toni attualissimi del blu e dell’azzurro.

Progetto di Bon Interior, foto di Mariah Salander per Bjurfors via Coco Lapine Design

Quando cercavamo casa abbiamo valutato anche delle mansarde, nessuna faceva al caso nostro, per grandezza e posizione, ma ogni volta che ne ho vista una ne sono rimasta colpita per la particolarità.

Scegliere una mansarda è sicuramente meno standard della scelta di un appartamento classico ma sono sicura che se progettata al meglio riesce ad essere una soluzione elegante, giovane ed eclettica. Alla portata di moltissimi.

Alla prossima,

Vittoria

Foto in evidenza: Progetto di Nouvel Interior, foto di Alen Cordic per Bjurfors via Coco Lapine Design

© All Rights riserved to their respective owners

Ti potrebbero interessare

14 comments

  1. Che bella la mansarda! Mi farebbe comodo averla adesso visto il periodo di reclusione e la necessità di crearmi un mio spazio lontano da tutti! Chissà, forse nella prossima casa

    1. È il sogno di molte di noi mi sa. Uno spazio a propria misura, ovattato è già la conformazione della mansarda aiuta in questo senso.

  2. Non avevo mai pensato alla possibilità di vivere in una mansarda prima d’ora. Ora invece, dopo aver osservato le foto, mi sono decisamente ricreduta. Valutando spazi e altezze, è possibile ottenere dei gioiellini in cui vivere comodamente e con stile e ricercatezza.
    Maria Domenica

  3. Potrà sembrare strano ma la mansarda (che non ho) è uno dei luoghi che più amo di una casa, perchè mi sa di rifugio, di tana… un luogo tutto mio che come sempre tu hai mostrato in tutte le sue sfavillanti possibilità.

  4. Quando ero piccola vivevo con i miei all’ultimo piano di un palazzo. I miei decisero di comprare il solaio sovrastante (per un prezzo ridicolo, visto che era un normale sottotetto non certo abitabile), prendere i permessi e ristrutturarlo completamente. Fecero fare un buco tra i due piani e mettere una bellissima scala di legno, per raddoppiare l’appartamento praticamente. Era bellissimo! Solo un esempio del mio amore per le mansarde di ogni tipo 🙂

    1. Ho visto che la passione per le mansarde è qualcosa di condiviso. Che bello questo progetto! Recuperare un sottotetto é sempre una avventura, non sempre facile capisco, ma che bello partire da un foglio quasi bianco.

  5. adoro questo articolo, come adoro le mansarde, non a caso vivo in una mansarda del centro storico con mattone a vista alle pareti e travi a vista.
    arredarla non è stato facile .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *