Il divano Chesterfield: dall’Inghilterra a casa tua

Il divano Chesterfield: dall'Inghilterra a casa tua

Come nasce e come abbinare il divano Chesterfield

Il divano Chesterfield è da sempre sinonimo di salotti importanti, di elitarismo, di nobiltà. Nasce a cavallo tra il Settecento e l’Ottocento ed il suo nome è dovuto a Lord Phillip Stanhope, conte appunto di Chesterfield. Pare che il nobiluomo avesse richiesto la creazione di un divano in pelle che gli permettesse di riposare senza sgualcire gli abiti. Da allora il termine Chesterfield, in Gran Bretagna, fa riferimento ad un divano in pelle bovina.

Caratteristica fondamentale del divano Chesterfield è la sua lavorazione capitonnè, i suoi bottoni rivestiti e la qualità eccellente delle pelli scelte.

Checché ti possa sembrare un divano limitato nello stile, il Chesterfield, ha invece una essenza ecclettica capace di adattarsi a diversi stili ed a essere il quid in più in molti ambienti, quel catch-eye perfetto per valorizzare lo spazio di casa tua.

Industriale, moderno, contemporaneo, nordico, eclettico. Se pensi che il Chesterfield sia un divano difficile da abbinare o che sia adatto solo a stili specifici ti riserverà grandi sorprese. Inserirlo in ambienti molto diversi tra loro richiederà solo piccoli accorgimenti e scelte iniziali relative al tipo di pelle ed al colore, che ti permetteranno di creare una moodboard bilanciata.

Foto via Dear Designer

In questo progetto di recupero di un cottage in Islanda ad esempio, i proprietari hanno deciso di accostare il Chesterfield ad una palette colori decisa, moderna e con molti richiami naturali. Grigio railway per le boiserie alte, grigio medio per pareti e soffitto, tanto legno, accenni di bianco e di rame ed il divano per eccellenza a farla da padrone. Un ambiente raffinato, moderno, eclettico, accogliente.

Foto via TheNordroom

Ti piace lo stile scandinavo, nordico, boho? Benissimo, il Chersterfield può essere inserito anche in un contesto del genere non snaturandolo ma diventandone il fulcro, intorno cui costruire tutto il resto dell’ambiente. Basterà bilanciarlo con toni chiari o molto scuri, morbidi tappeti, calde luci di candela per creare il tuo spazio hygge in casa.

Foto via Ideal Home

Abbinalo ai blu, ai colori naturali, ai verdi per ottenere ogni volta un risultato diverso.

Come scegliere un divano Chesterfield?

Il suo essere così particolare e caratteristico nelle forme però fa sì che la scelta del perfetto Chesterfield debba essere dettata da qualità ed artigianalità. Un elemento così dominante degli spazi non può che essere perfetto nella linea, nella realizzazione, nei dettagli costruttivi e nei materiali usati.

Il fusto, che è poi l’ossatura interna del divano, deve essere realizzato con materiali di qualità e durevoli nel tempo, capaci di dare robustezza e solidità a tutta la struttura. VAMA Divani ad esempio lo realizza in legno massello di abete che è diventato nel tempo uno dei tratti più caratteristici dei loro Chesterfield realizzati ad uno ad uno con un processo totalmente artigianale. La giusta pelle, selezionata tra le migliori del mercato e l’artigianalità nel realizzare un capitonnè a regola d’arte faranno sì che il tuo Chesterfield non sia solo un divano ma sia un vero pezzo di design.

Ma come si realizza tanta bellezza? E’ sempre VAMA Divani, che ha realizzato un fantastico video, che ci svela quanto lavoro e quanta attenzione un pezzo del genere richieda nella fase realizzativa. Curioso/a di scoprirlo?

Insomma un pezzo importante, un pezzo dal design riconoscibilissimo ma che si presta ad essere trasversale, dalla casa scandinava o moderna fino ad uno studio o ad un loft industriale. Il divano Chesterfield era e rimane un pezzo iconico da vedere e da vivere che saprà caratterizzare i tuoi spazi come poche altre scelte.

Alla prossima,

Vittoria

Foto in evidenza via TheNordroom

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!