Esiste un posto in cui innamorarsi è semplice. L’Andalusia.

Alhambra Andalusia

Una settimana alla scoperta dell’Andalusia

Altro post ospite sul blog. Oggi lascio la parola ad una coppia di amici. E’ da anni che Francesco e Lucia mi parlano dell’Andalusia, di come li abbia colpiti questo viaggio e delle emozioni che si sono portati a casa. Proprio per questo ho chiesto di condividere con noi il loro itinerario.

 

on the road Andalusia
Tappe on the road Andalusia

L’ Andalusia è una regione che racchiude tanta ricchezza culturale e tanti monumenti da lasciare a bocca aperta anche chi come noi italiani dovrebbe essere abituato allo straordinario nell’arte.

La collocazione geografica è stato terreno fertile nei secoli per la fioritura di nuove culture, stili e tendenze.

È una meta molto speciale per me e mia moglie perché qui abbiamo trascorso la nostra prima vacanza insieme da fidanzati in estate (inizi di luglio).

Pronti? Il viaggio verso l’Andalusia inizia. Volo da Milano a Malaga, la nostra prima tappa.

Qui abbiamo trascorso i primi tre giorni fra il mare della Malagueta, il famoso lungomare della città e le stradine del centro storico dalla singolare pavimentazione in marmi policromi. Tutta la città è dominata da ‘La Monchita’, la cattedrale rinascimentale di cui uno dei campanili non è mai stato terminato e da l’Alcazaba’, l’antica fortezza musulmana. 

Consigli utili su Malaga: la zona migliore dove alloggiare è sicuramente il centro citta, dove in uno spazio ristretto puoi trovare tutte le maggiori attrazioni turistiche. Se progetti un on the road ed hai noleggiato un’auto sappi che in centro è davvero difficile trovare parcheggio quindi considera di prenotare un B&b o hotel che ti offra anche la possibilità di parcheggio, privato o convenzionato.

Andalusia Malagueta
Malagueta_Fonte: Pinterest

Con circa due ore di autobus verso l’interno abbiamo raggiunto Granada. Le temperature hanno iniziato a scaldarsi, tutto l’entroterra andaluso ha un clima quasi desertico (siamo sui 40/42 gradi), consigliamo quindi la visita durante le mezze stagioni. A parte il caldo torrido, salire lungo le ripide vie della collina de ‘l’Albaizin’, l’antico quartiere ebraico, in cui l’intonaco bianco delle case riflette la luce in una miriade di vicoli e raggiungere la cima al tramonto ed ammirare i colori rosati de ‘l’Alambra’, la fortezza simbolo della città, ripaga da ogni fatica. Merita assolutamente la visita di una intera giornata quella che fu la cittadella murata dei sultani musulmani e successivamente palazzo reale dei sovrani di Spagna.

Consigli utili su Granada: per raggiungere Granada da Malaga, se non hai noleggiato una macchina come noi, puoi usare o il pullman o il treno. I pullman ALSA che partono frequentemente dalla Stazione degli autobus, in Paseo de los Tilos, hanno un costo a persona tra i 12 ed i 15 euro ed impiegano appunto 2 ore circa per raggiungere Granada. Per il treno il costo è leggermente superiore, il tempo impiegato è di circa 3 ore ma il vero limite è che tutte le tratte che abbiamo valutato prevedevano uno scalo. Dove dormire a Granada? Due sono le zone consigliate su tutte: Plaza Nueva per vivere il centro città e la collina dell’Alhambra. Anche qui attenzione ai parcheggi, in centro sono davvero rarissimi.

 

Alhambra Andalusia
Alhambra

 

Il viaggio continua ancora in autobus, circa 2 ore e mezzo, fino a Cordoba, a nostro parere la più bella fra le mete andaluse. Vestigia romane che richiamano alla mente i versi di Seneca che in questa città nacque, i famosissimi cortili di sontuosi palazzi pieni di colori e fiori, le circa 1000 colonne che sorreggono altrettanti archi arabi de ‘la Mezquita’, l’antica moschea trasformata in cattedrale nel XVI secolo, lasciano letteralmente a bocca aperta. Non ho mai ritrovato in nessun posto in giro nel mondo niente di simile e non a caso l’intero centro storico di Cordoba è patrimonio mondiale UNESCO.

Consigli utili su Cordoba: dove fare base a Cordoba? Facile rispondere in zona Barrio Centro ma è da tenere in considerazione anche la Juderia a soli 5 minuti di cammino dalla Mezquita. In queste zone il discorso parcheggio è identico a quello delle altre città dell’Andalusia viste fin qui. Merce rara. Per raggiungere Cordoba da Granada abbiamo scelto ancora un bus della ALSA. Con circa 15 euro, partendo da Av. de Juan Pablo II, la base della Stazione degli autobus, puoi scegliere uno dei moltissimi pullman in partenza per Cordoba che è raggiungibile anche in treno, questa volta anche diretti, in circa 3 ore e con una spesa quasi doppia.

Andalusia Cordoba
Cordoba

 

Andalusia la Mezquita
La Mezquita

Dopo due giorni ci siamo spostati in treno a Siviglia. Il caldo non ci ha mai abbandonato. Qui la ricchezza del barocco della cattedrale, una delle più grandi al mondo, non ha eguali. Consigliatissima la salita su ‘La Giralda’ la torre campanaria emblema di Siviglia. Da visitare anche ‘l’Alcazar’, il palazzo reale, un vero capolavoro in cui lo stile gotico si sovrappone a quello arabo ed al precedente stile musulmano.

Consigli utili su Siviglia: anche in questo caso si può scegliere se raggiungere Siviglia in treno o pullman. Il primo impiega in media 1 ora e costa sui 15 euro, il secondo in circa 2 ore e spendendo sui 12 euro ti porterà direttamente in Plaza De Armas. Dormire a Siviglia non sarà un problema. Le zone preferite da chi visita la città per pochi giorni, in genere, sono quelle più centrali, in cui è facile spostarsi a piedi verso le attrazioni principali della città andalusa. Quindi El Centro, El Arenal e Barrio Santa Cruz. Anche in questo caso dimenticati il parcheggio e valuta la scelta dell’hotel in base a questo servizio se ti sposti in macchina.

la Giralda Andalusia
La Giralda

 

L'Alcazar Andalusia
L’Alcazar

Ultima tappa, in giornata in treno, è stata Cadice, l’estremo occidente della Spagna. Qui bianco accecante delle case si contrappone al colore della pietra della cattedrale ed al blu intenso dell’oceano e del cielo quasi d’Africa. Da non perdere la salita alla Torre de Poniente, uno dei campanili della Catedral Nueva. Da qui si gode di una splendida vista dall’alto della città bianca e dell’Oceano Atlantico che la bagna.

Consigli utili su Cadice: arrivare in città da Siviglia anche qui prevede la scelta, a meno di avere una macchina a disposizione, tra treno e pullman. Entrambi i mezzi impiegano circa 1 ora e mezza per raggiungere la meta con un costo medio a persona di 15 euro.

Cadice Andalusia
Cadice

Tornati a Siviglia il giorno seguente il volo per Milano ci ha riportato a casa chiudendo questa splendida vacanza.

C’è una cosa però che abbiamo volutamente lasciato per ultimo, l’essenza del bellissimo ricordo che questo viaggio ci ha lasciato e forse la cosa che più fa innamorare dell’Andalusia… lo stile di vita! Tapas, sangria, paella, serate all’aperto al suono di musica popolare, la vita vissuta per strada e il ritmo del flamenco ti trasportano in un’atmosfera affascinante ed esotica che difficilmente puoi scordare. Molti sono i locali in cui ascoltare musica e le guide turistiche ne consigliano diversi ma è anche molto comune incontrare artisti di strada dal talento coinvolgente.

Speriamo che questo post ti abbia incuriosito e che deciderai di scoprire l’Andalusia. Non te ne pentirai. Aspettiamo il tuo riscontro al più presto!

Francesco e Lucia

 

 

Vittoria, qualche anno in più di 30 e molte passioni. L’interior la più grande.

Ti potrebbero interessare

6 comments

  1. Il giro dell’Andalusia è un tour che da tempo mi riprometto di fare una volta nella vita. Chiunque ci sia stato me ne ha parlato bene, e le tue parole sono l’ennesima conferma!
    A presto!

  2. Bellissimo post passionale e ricco di particolari .
    Complimenti a Vittoria e un grazie di ❤️ a Francesco e Lucia per aver voluto condividere la loro bellissima esperienza!😘

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!