Dare carattere agli ambienti di casa: il living di Carola

Dare carattere ad un ambiente

Lo spazio ingresso/living diventa eclettico

C’è da dire che lei, parlo di Carola, la vincitrice del #progettodelmese di marzo è già fortunatissima. Abita nella bella Liguria, con il mare a due passi, una splendida vista dalla terrazza di casa ed una zona ingresso/living già ben definita e sfruttata. Il lavoro di questo mese si è incentrato dunque non su come dividere gli spazi ma su come caratterizzarli al meglio, dando quel tocco in più per farla essere ancora più affine alla bella famiglia che la vive.

Il progetto del mese di aprile (se non sai di cosa parlo leggi questo post) ha visto protagonista l’ingresso/zona living di Carola.

Due interventi su tutti hanno caratterizzato la trasformazione: la prima è una libreria a tutta altezza in cartongesso che potesse sostituire il basso mobile tv rosso. La soluzione della libreria in cartongesso è ideale se vuoi sfruttare al massimo lo spazio, personalizzare le scaffalature e soprattutto mantenere un costo decisamente basso dell’intervento. Avevo parlato in questo post delle diverse soluzioni a disposizione se vuoi inserire una libreria in casa.

Ma torniamo al living di Carola. Il secondo intervento è l’uso di una carta da parati, dall’aria vissuta, che ho selezionato dal catalogo (infinito e bellissimo) del sito Carta da parati degli anni 70.

Infine pochi e selezionati pezzi di arredo, a partire dalle lampade per finire ai cuscini del divano impreziosiscono e completano questo intervento di restyling. L’obiettivo? Dare carattere alla casa. Creare una casa eclettica, accogliente, ricca di tratti distintivi di chi la abita, di pezzi antichi come il comò all’ingresso già esistente (così come i divani), una poltroncina vintage di recupero e pezzi di design contemporanei capaci di adattarsi ad ogni ambiente.

Carta da parati

Partiamo dalla carta da parati. Ho scritto un post specifico a riguardo ma la regola di base da cui partire è scegliere la carta da parati valutando bene la superficie da ricoprire e l’impatto che vuoi avere. In questo progetto ne ho selezionate tre molto diverse tra loro ma che possono essere la risposta a diverse richieste. Per un tocco vintage, dato principalmente dal disegno, bellissima è la carta da parati Perdula. Per un tocco bohemien ho selezionato invece Jumana, disegni di palme grigio-tortora su una base crema. Infine per uno stile botanicals (di gran tendenza adesso) ho selezionato Venaria, una bellissima carta da parati sui toni del beige/greige che riproduce varie e grandi foglie. Tutte e tre le carte sono disponibili sul sito di Carta da parati degli anni 70.

Mobile all’ingresso

All’ingresso, per tutta la lunghezza del divano ed oltre, al posto di una piccola cassapanca bassa presente oggi e di una pianta a fusto alto, ho inserito un lineare e pulitissimo mobile (alto circa 70 cm) con piedini a slanciarlo. In questo caso quello del progetto è di Cassina. Il 255 Flat di Cassina, nato dal designer Piero Lissone, è un classico del design che riesce ad essere facilmente inserito in molti contesti.

Foto via Cassina

Lampade

Altro punto su cui mi sono concentrata sono state le lampade. Da terra, da soffitto e da tavolo. La luce in casa è fondamentale. Diversificare i punti luce in casa (anche in altezza) è un punto importante nella creazione di un ambiente. Avere punti luce diversi permetterà infatti di creare diverse atmosfere in casa in relazione alle tue esigenze. Per quanto riguarda Carola ci sono due punti luce a soffitto, una lampada da tavolo ed una lampada da terra. Le lampade da soffitto e la piantana che Carola ha vanno benissimo anche per il nuovo ambiente.

Per la lampada da tavolo la scelta è ricaduta su un grande classico , la Tolomeo Micro di Artemide, e su una forma diversa, quella minimale della Baby Dome di Mater. Tu fossi in Carola quale sceglieresti?

Tessili

In questo ambiente, tenendo presente la carta da parati, i tessili su cui andrei a puntare sono dei grandi cuscini in diversi tessuti nella zona divani, delle semplici tende a tutta altezza in lino chiarissimo e dei tappeti. Anche in questo caso i tappeti rimarranno quelli presenti. Per i cuscini il monocolore è la scelta corretta. Verde, rosso/bordeaux, blu notte. Molto farà la scelta della carta da parati a cui abbinarli. In generale un colore vibrante che spezza la palette mi sento sempre di consigliarlo.

Dare carattere ad un ambiente

Accessori

Marmo, stampe, vetro, piante. Direi che questi potrebbero essere 4 elementi che potranno caratterizzare il living/ingresso di Carola. Uno svuota tasche all’ingresso in marmo, un grande e semplice vaso trasparente in cui inserire un grande e profumatissimo mazzo di eucalipto da far seccare, delle stampe simmetriche ad abbellire la parete del divano.

Vassoio Marmo Mera su WestwingNow

Piante a creare una continuità di spazi con la terrazza esterna di Carola. Un tavolino basso e tondo in legno a completare la zona divani. Pochi pezzi ma scelti, poche cose ma della grandezza giusta.

La partenza di Carola era davvero davvero ottima e lei e la sua famiglia hanno avuto dall’inizio le idee chiare sul risultato. Spero che questa casa, sicuramente di carattere e riconoscibile, grazie al mix and match tra pezzi moderni, minimal e vintage, possa esserti di ispirazione.

Ci si rivede a fine mese per il progetto di Elena, vincitrice del #progettodelmese di aprile.

Alla prossima,

Vittoria

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!