Cucina piccola: come sfruttarla al meglio?

Cucina piccola: come sfruttarla al meglio?

5 modi per sfruttare al meglio la tua cucina piccola

Sfido qualsiasi progettista a non aver mai sentito questa frase: “Ho una piccola cucina ma vorrei organizzarla al meglio e non voglio rinunciare ad una serie di cose”.

Non starò a ripetermi. Sai benissimo che gli spazi sono (quasi sempre o almeno sempre più spesso) tiranni. E lo spazio dedicato alla cucina non fa eccezione.

Cucina piccola: come sfruttarla al meglio?
Progetto di Noted Design Studio, foto di Henrik Nero per Glommen Lindberg via Coco Lapine Design

Eppure per molti la cucina rimane ancora il fulcro della casa, quello spazio in cui ritrovarsi alla sera con la famiglia, in cui dedicare del tempo alla famiglia, magari intorno ad un grande tavolo o ad una bella isola.

Piacerebbe a tutti avere questi spazi ma spesso invece ci troviamo a lottare con i centimetri, per sfruttare al massimo lo spazio che abbiamo a disposizione.

Partiamo innanzitutto dall’inizio. Non esiste solo un tipo di cucina piccola. Potresti ad esempio avere una piccola cucina separata dalla zona giorno o un piccolo angolo inglobato all’interno di un open space.

Foto via Norkiska Kok

Qualsiasi sia la tua situazione ci sono accortezze, valutazioni progettuali da fare a monte e scelte a cui sarai chiamata/o a rispondere e soprattutto a cui dare delle priorità. Probabilmente infatti non potrai ottenere proprio tutto ciò che vuoi o non tutto ciò che vuoi così come pensi di volerlo.

Mi spiego meglio.

Una delle richieste più ricorrenti è, per esempio, avere un grande piano di lavoro, capace di permetterci non solo di preparare i pasti ma anche di tenere a vista elettrodomestici di uso quotidiano o aromi/sale ed altro.

Non sempre possiamo aggiungere piano di lavoro “standard” quindi si può risolvere questa necessità in modo diverso. Come?

1_Con un piano di appoggio a scomparsa estraibile

La prima idea è questa. Esempio perfetto per questa tipologia di soluzione è quella studiata da Stosa Cucine con il suo tavolo estraibile che diventa un perfetto piano aggiuntivo per lavorare e preparare i pasti. Multifunzione può anche essere un tavolo per due/tre persone.

Foto via Stosa Cucine
2_Sfrutta gli angoli

Altra idea perfetta ed ovviamente non nuova è pensare di sfruttare al massimo, e dunque bene, gli angoli. Se hai uno spazio che prevede un angolo fai in modo di sfruttarne ogni centimetro. Come? Le soluzioni in commercio sono diverse. Un esempio sono i cestoni estraibili con rotazione presenti in ogni marchio, dai low-cost come Ikea fino ai marchi high end.

Cucina piccola: come sfruttarla al meglio?
Foto via Entrance Makleri di Anders Bergstedt
3_Sfrutta tutta l’altezza

Il punto probabilmente a cui tengo di più e su cui mi batto ogni volta. Se lo spazio non lo hai in pianta sfrutta tutta l’altezza a tua disposizione. Potresti pensare ad una doppia fila di pensili o a pensili su misura. Cosa inserire nei pensili più in alto e quindi da aprire meno smesso? Ovviamente ciò che ti serve meno o le scorte. Ma saprai valutare tu come gestire al meglio il tuo spazio.

Cucina piccola: come sfruttarla al meglio?
Foto via Entrance Makleri
Progetto di Grey Deco, foto di Jonas Berg per Stadshem
4_Non accumulare e tieni libero il piano di lavoro

In questo punto unisco due diversi concetti. Uno più organizzativo ed uno più “personale”. Se da una parte lasciare il piano di lavoro quanto più sgombro possibile ti porterà due risultati- spazio su cui lavorare e sensazione di spazio più ampio ed ordinato-, non accumulare sarà invece il comportamento che ti aiuterà ad avere tutto ciò che ti serve in cucina e di avere anche lo spazio per conservarlo (oltre che una scelta etica e sostenibile).

Cucina piccola: come sfruttarla al meglio?
Progetto di Jenny Martinsson, foto di Jesper Florbrant per Plaza Interior
Foto via Copyrights © Krista Keltanen
5_Ripensa lo spazio

Non fermarti alla disposizione che trovi in casa (se stai per ristrutturare) e non fermarti alla soluzione progettuale più scontata se hai invece uno spazio nuovo da pensare. Nell’esempio in basso per creare uno spazio di lavoro e del contenimento aggiuntivo è stata creata questa sorta di penisola in continuità al muro che divide l’ingresso dalla sala. Una soluzione che ha permesso di ripensare gli spazi e di aggiungere volume allo spazio risicato della cucina.

Foto via Entrance Makleri di Anders Bergstedt

Se hai uno spazio aperto e non sai come inserire le colonne frigo e forno puoi pensare invece di incassarle in nicchie di cartongesso. In questo modo non solo creerai dello spazio aggiuntivo in cui sviluppare parte della tua cucina, ma modellerai il tuo spazio secondo le tue esigenze, dividendolo in aree funzionali.

Il cartongesso in questo senso è un materiale perfetto perchè si presta ad essere lavorato con facilità, non richiede grandi cifre e può diventare qualunque cosa ti serva.

Cucina piccola: come sfruttarla al meglio?
Foto via Coco Lapine Design

Infine, qualunque sia la grandezza della tua cucina, ricorda di pensarla funzionale e che preveda gli spazi minimi per cucinare/stivare/conservare. Il post di Maria Gemma a riguardo sul blog è perfetto per aiutarti in tal senso.

Punta su scelte multifunzionali (ad esempio forno integrato con il microonde) o su elettrodomestici compatti capaci di rispondere alle tue esigenze ma di non occupare molto spazio.

Spero che queste 5 idee semplici riescano ad esserti utili se hai a che fare con una cucina piccola in casa.

Alla prossima,

Vittoria

Foto in evidenza via Entrance Makleri

© All Rights riserved to their respective owners

Ti potrebbero interessare

4 comments

    1. Ma grazie Elisabetta! Sfruttate al meglio anche le piccole cucine possono diventare spazi funzionali e che rispondono alle nostre esigenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *