Come usare (ed osare) il colore nella tua casa

Come usare (ed osare) il colore nella tua casa
Come superare la paura del colore (e del too much) in casa

Mi piacerebbe fare delle statistiche ed una di queste riguarderebbe certamente il colore e quale sia/siano il dubbio/i dubbi e le paure che spesso ci fanno declinare sui cosiddetti colori neutri. Mi viene da dire che quando si tratta di lanciarsi sulla scelta del colore per casa molte persone siano trattenute, come a dire “vorrei ma non posso”.

Foto via Entrance Makleri

Fermo restando che il colore non a tutti piace, sia declinato nella vita personale (io per esempio vesto quasi sempre total black) che nell’usarlo in casa, moltissime persone però si limitano o rinunciano al colore nei propri spazi per paura di sbagliare o di cadere nel “too much”.

Come usare (ed osare) il colore nella tua casa
Foto via Entrance Makleri

In effetti usare i colori, magari anche molto accesi, può non essere una sfida facile ed in questo caso fondamentale sarà proprio definire bene e dall’inizio due cose fondamentali: effetto desiderato e palette colori.

L’uno ovviamente è legato a doppio filo all’altro ma vedremo insieme come superare “la paura” del colore in pochi e semplici passi.

Come usare (ed osare) il colore nella tua casa
Foto di Anders Bergstedt su Entrance Makleri
Studia lo spazio che hai a disposizione

Aspetto che metto prima di tutto il resto. Non tutte le stanze sono adatte a tutti i colori e per due semplici motivi: dimensioni e luce. Specialmente la luce diventa un punto fondamentale nella scelta del colore.

Come usare (ed osare) il colore nella tua casa
Foto via Entrance Makleri

Colori cupi e scuri mal si legano a spazi poco luminosi. D’altronde però colori troppo accessi su una parete colpita dal sole per molte ore al giorno potrebbero non essere la scelta più saggia. Quindi prima di scegliere valuta bene la grandezza del tuo spazio e l’illuminazione naturale che hai a disposizione.

Come usare (ed osare) il colore nella tua casa
Foto di Anders Bergstedt su Entrance Makleri
Definisci il colore ed il neutro

Il punto cruciale: scegli il colore che vuoi usare. Che sia un verde, un color mattone, un blu, un azzurro, qualunque esso sia sarà fondamentale dopo averlo identificato accostarlo ad un neutro.

Come usare (ed osare) il colore nella tua casa
Foto via Entrance Makleri

Se il colore è molto forte potrebbe essere una soluzione valida anche colorare solo una parete (magari quella più in vista) e lasciare le altre neutre. Il colore potrebbe anche diventare un modo per dare risalto ad una parete piuttosto che un’altra o come nel caso della foto su (che cucina fantastica, vero?) una specifica parte di una intera stanza.

Foto di Anders Bergstedt su Entrance Makleri

Per neutro cosa intendo?

I vari bianchi, che saranno perfetti per accompagnare le varie possibili tonalità. In genere un bianco neutro (RAL 9010) dovrebbe essere una soluzione utile a risolvere moltissimi dubbi. Se hai voglia di un bianco più gesso (e meno morbido quindi) punta invece sulla RAL 9016.

Ci sono ovviamente moltissime possibilità, queste sono solo due di tante scelte a tua disposizione.

Come usare (ed osare) il colore nella tua casa
Foto di Anders Bergstedt su Entrance Makleri
Modula il colore e gioca con i decori

Avrei fatto prima a scrivere: crea una buona moodboard. Sì perché volente o nolente ( e se osi con il colore ancora di più) bisogna che tu sappia cosa stai creando e i colori ed i materiali che sommerai nel tuo spazio. Quindi pondera, somma, accosta e sperimenta ma tenendo bene in mente cosa vuoi ottenere e che spazio vuoi vivere.

Come usare (ed osare) il colore nella tua casa
Foto via Entrance Makleri

Un modo alternativo per usare il colore è scegliere una carta da parati: vale sempre la stessa regola ma in questo caso l’attenzione è ulteriore visto che potrebbe essere anche decorata. Quindi bilanciare diventa un aspetto fondamentale.

Come usare (ed osare) il colore nella tua casa
Foto Anders Bergstedt su via Entrance Makleri
Crea i giusti contrasti

È importante creare i contrasti giusti con il colore scelto. Non fare l’errore di pensare che scegliendo un colore ed un neutro il gioco sia fatto. Il rischio infatti è di creare uno spazio piatto, senza dinamicità o profondità. Quindi altra cosa da valutare è sicuramente il colore di contrasto. Puoi giocare su tonalità appunto in contrasto appunto oppure puoi giocare con declinazioni diverse del colore scelto.

Come usare (ed osare) il colore nella tua casa
Progetto di Alexandra Ydholm, foto di Andrea Papini via Elle Decoration
Come usare (ed osare) il colore nella tua casa
Foto di Anders Bergstedt su Entrance Makleri

Come inserirlo quindi il contrasto? Con i mobili innanzitutto ma anche con i tessili ad esempio o con i quadri ed ovviamente con i decori.

Come usare (ed osare) il colore nella tua casa
Foto via Entrance Makleri

Questi quattro piccoli passi ti permetteranno di affrontare la scelta del colore per casa senza paura e senza la sensazione di lanciarti nel vuoto senza controllo sul risultato finale.

Spero che questo post possa esserti utile se sei in dubbio sull’osare o meno con il colore nella tua casa e ricorda che anche se stai pensando di rinnovare i tuoi spazi domestici già solo giocare con il colore e con qualche nuovo accessorio sarà un modo per cambiare il tuo ambiente (anche radicalmente alle volte).

Alla prossima

Vittoria

Foto in copertina di Entrance Makleri

© All Rights riserved to their respective owners

Ti potrebbero interessare

12 comments

  1. ciao, hai buon gusto, complimenti! Posso sottoporti un quesito?Come potrei recuperare, a livello di colore e materiale, una imbiancatura in parte da rinnovare in una stanza della mia casa….come posso mandarti foto e ulteriori dettagli? Grazie!

    1. Ciao Giusi! Mandami pure una mail con qualche foto o sulla pagina Facebook, in messaggi, o alla mia mail che trovi sulla pagina contatti sul blog!

  2. Ciao Vittoria, grazie per i consigli! Devo cambiare colore alle pareti di casa e sto “litigando” col mio compagno sulla scelta del colore. Ci piacerebbe fare una parete con un colore e le altre bianche. Che colore vedresti bene in cucina e quale in camera da letto? Grazie :*

    1. Ciao Giusy! Non ci sono colori off limits per le varie stanze di casa. Questo perché il colore è molto soggettivo e anche il risultato che vuoi ottenere. Posso dirti però che a livello personale amo molto i Verdi, gli azzurri ed i grigi per la camera da letto. Se invece vuoi osare con colori più presenti trovo il blu una scelta sempre elegantissima. In cucina parti dal colore della cucina stessa, del rivestimento che hai scelto e dal pavimento. Poi spazia in base a ciò che ti piace. Ho visto cucine rosa meravigliose ad esempio (anche se io non l’ho mai valutato come colore per la mia). In genere non amo i colori troppo fluo o colori troppo appariscenti. Per gusti personali tendo a scegliere colori più morbidi e soft capaci di caratterizzare lo spazio senza essere troppo invadenti o squillanti.

  3. Il colore è fondamentale… una buona scelta farà risaltare gli spazi come null’altro, al contrario una scelta sbagliata si paga cara, molto cara… ho ben presente! Il bello è rinnovare, a volte si parte da un colore che può anche essere bello ma dopo un pò è giusto cambiare perchè noi stessi cambiamo nel tempo e abbiamo bisogno che anche i nostri spazi rispecchino questo cambiamento. Mai avere paura di osare!

    1. Hai perfettamente ragione Sandra, sottoscrivo tutto. La casa si trasforma con noi, evolve, cambia e si adegua ai nostri nuovi bisogni. Ed anche il colore ci segue in questi cambiamenti.

  4. Mi sono sempre piaciute le case con pareti colorate in modo diverso in base all’uso della stanza. Però, in casa mia non ho mai osato, ho sempre avuto paura di stancarmi e le pareti sono tristemente bianche. Devo trovare la forza di osare.

    1. Parti con piccoli spazi, una nicchia o una piccola parete, Barbara. Capisco che passare dal bianco al colore possa spaventare o almeno farci dubitare mille volte della nostra scelta per cui parti piano, sia come scelta del colore che per la grandezza della parete.

  5. Sì, è vero si ha spesso paura del colore. Io aggiungo anche il fatto che e quando hai una casa con sempre tanti ospiti, ragazzi, bambini ti capita spesso di dover rifare una parete colorata (magari appena fatta) e ti viene da piangere, mentre un bianco è facilmente ritoccabile. Comunque molte delle mie stanze hanno una sola parete in colore e questo mi piace moltissimo: come dici, cambia radicalmente il mood dell’ambiente.

    1. In effetti Rossella la casa, come la famiglia che la vive, attraversa fasi e momenti. Ed in alcune fasi si può optare per la funzionalità e facilità di gestione. Magari in questi specifici periodi si può optare per colorare pareti non di passaggio e lontane da possibili “incidenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *