Come arredare una casa da affittare

Come arredare una casa da affittare- casa da affitto

Come si arreda una casa da affitto?

Questo post è nato grazie alla bravissima (e ti consiglio caldamente di seguirla) Silvia di Happineshake. Ci confrontiamo spesso ed è sempre uno scambio interessante e costruttivo. Tra le cose di cui abbiamo discusso è saltata fuori la questione casa da affittare. Come pensarla? Come arredarla? Che scelte fare?

Questo post vuole essere un semplice vademecum se sei in questa situazione o vuoi migliorare/ammodernare quella che hai già in affitto.

Foto via Alvhem

Innanzitutto credo di non scoprire il vaso di Pandora se dico che se fitti una casa certamente non ci metterai pezzi di design di costo elevato o un forno Miele, ad esempio. Per intenderci potresti, ma molto probabilmente ti andresti a rivolgere ad una piccola fetta del mercato visto che la tua richiesta sarà proporzionata a quanto investito.

È sicuramente una scelta, che magari può funzionare in grandi città, ed in contesti centrali vicini a poli economici e sociali di un certo target.

Capisci il tuo target

Infatti uno dei punti focali di cui ti parlerò oggi è capire il target a cui ti rivolgi. Un bilocale può avere molte facce, può essere pensato e strutturato in molti modi, può essere arredo in altrettanti e dunque rispondere alle esigenze di uno o più gruppi di clienti finali.

Quindi la prima domanda da farti è: a chi mi rivolgo? A studenti? A coppie? Ad una persona in carriera che vive la casa in settimana? Ad una famiglia? Ad una coppia più grande? Qualsiasi sia la tua risposta, ognuna di essa, avrà di conseguenza uno stile e delle linee da seguire.

Rimani sul neutro

Ciò che in generale ti consiglio è di stare sempre sul più neutro possibile. Cosa significa? Le persone che entrano nel tuo appartamento da affittare (a meno che non siano appartamenti da affittare a settimana, ma lì è tutto un discorso diverso) cercano una tela bianca da personalizzare a proprio piacimento.

Foto: Progetto di Lotta Agaton Interiors per Esny

Largo dunque a colori luminosi come il bianco o un tortora chiarissimo, linee pulite per gli arredi e tocchi semplici. Ami l’arancio? O il verde lime? Benissimo, opta per questi colori nella tua casa ma non proporre un living total arancione nella casa che vuoi affittare perché potrebbe essere un motivo per allontanare potenziali clienti.

Spendi il giusto ma scegliendo con cura

Da quando ho 18 anni ho vissuto in affitto. Fino ai 33 anni. 15 anni di esperienza in cui non solo ho cambiato varie volte città ma anche varie volte case pur rimanendo in un luogo preciso. Ne ho contate 10 ma potrei averne dimenticata qualcuna.

Foto via Alvhem

Ciò che posso sicuramente dirti è che investire inizialmente per ammodernare gli spazi e gli arredi di una casa in affitto è una spesa che riuscirai presto ad ammortizzare. Questo perché? Semplicemente perché una casa curata (e non significa costosa) si riesce a affittare meglio ed in meno tempo al netto della stessa posizione e servizi di un’altra. Nessuna magia ma semplice studio del mercato immobiliare.

Low cost e vintage

Se hai Ikea vicino è la scelta più facile che mi viene in mente per fare delle scelte valide ma spendendo poco. In alternativa ti consiglio anche di valutare la questione recupero pezzi vintage. Se bazzichi sul blog saprai che è qualcosa che a spot ripeto: buttati sul vintage. Recupera, mixa, colora.

Foto: Progetto di Lotta Agaton Interiors per Esny

Hai quel vecchio tavolo buttato in cantina? Perché non dargli una seconda chance ed intanto risparmiare qualcosa? Che poi magari con delle semplice sedie a buon mercato fa la sua figura più di un tavolo nuovo.

Foto via Alvhem

Anche in ambito affitto può essere una buona idea e può comportare un interessante risparmio economico che non pregiudicherà la realizzazione di un progetto appetibile sul mercato.

La presentazione fa molto

Ricorda che stai cercando di “vendere” qualcosa. Se non puoi investire nell’appartamento che vuoi affittare puoi però presentarlo ordinato. Togli tutto ciò che non serve o è superfluo e rendi l’ambiente il più lineare possibile.

Foto via Per Jansson

Queste le poche dritte che mi sento di darti se hai un appartamento o una casa che vorresti affittare e non sai da dove partire. Spero possano esserti utili.

Alla prossima,

Vittoria

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!