Arredare con il blu: una elegante scelta senza tempo

Una tendenza home tutta da copiare

Ieri era il blue monday. Non voglio dilungarmi ma davvero pensano di fregarci con questa storia del giorno più triste dell’anno? Comunque, lasciamo perdere le mie personali considerazioni a riguardo e veniamo al post di oggi.

Se guardo con scetticismo a questo tipo di ricorrenze (dateci più Black Friday che lì sì che la cosa diventa interessante) ieri però il blue monday mi ha dato l’imput di scrivere un post a cui tengo particolarmente.

Scegliere il blu (tra le mille sfumature di blu) per casa tua.

Una scelta elegante, una scelta sofisticata, pacata se scegli blu più o meno scuri ma polverosi, ricercata e con una possibilità di moodboard praticamente infinita. Una scelta senza tempo.

Ancora una volta ti parlo di Pinterest e ti parlo di due marchi che amo particolarmente.

Se fai un giro sui profili Pinterest di Farrow and Ball e di Benjamin Moorenoterai come uno dei colori, attualmente, più condivisi sia proprio il blu.

Blu ottanio, pavone, Prussia, Savoia, reale, oltremare, notte, elettrico (anche se non ti proporrò una parete blu elettrico, ma perché non valutare un divano di questo fantastico colore?) e potrei continuare.

Un colore, mille sfumature. Mille tonalità da usare come base o come complemento di una moodboard e da scegliere in base all’effetto ed alle sensazioni desiderate.

Ma cominciamo dall’inizio. A fine anno ho condiviso sul mio profilo Instagram e Facebook il mio #bestnine2018.

Tra queste, una immagine che ho selezionato è stata quella di una stanza caratterizzata dal color Oval Blue Room del suddetto Farrow and Ball. L’ho scelta perché è stato il colore che probabilmente ho maggiormente propinato e che ho maggiormente sponsorizzato nello scorso anno. Un blu medio che cambia in base alla luce, alla stanza, alla profondità. Un colore che a mio avvio non stanca, non annoia.

Mi chiedi perché?

Guardalo da te.

Elegante? Sì.

Fresco? Sì.

Moderno? Sì.

Luminoso? Sì.

Adattabile? Sì.

Vediamolo meglio insieme.

Farrow and Ball lo descrive come un blu con un tocco sottilmente invecchiato. Prende il nome dalle sale dalla affascinante forma del tardo XVIII secolo e si accompagna perfettamente ai grigi, riuscendo a creare profondità ed equilibrio in una sala o in una camera familiare accogliente.

Dove usarlo? Io lo userei per il living e la camera da letto sulle pareti. Da valutare attentamente per un tocco diverso in cucina.

Ma ovviamente il blu non si ferma all’Oval Blue Room. Tra le tantissime scelte una che amo è l’Hale navy di Benjamin Moore. Elegante nel living si presta benissimo, però, a spezzare ambienti total white o in combo con il legno.

Per te potrebbe essere troppo inserire il blu direttamente su una parete? Inserisci piccoli (o meno) accessori e mobili. La prima idea che mi viene in mente? Il divano. Oppure ancora una poltrona, una o più sedie, una lampada.

Sai quel mobile triste del bagno? Quella sedia un pò rovinata, quell’armadio a buon mercato che vorresti tanto cambiare ma no, adesso non è proprio il momento. Bene, questi pezzi, insieme alle vostre porte, ai pensili della cucina un pò datati, alle mensole magari comprate tempo fa a pochi euro, sono perfetti per un progetto, facile e di sicura riuscita, di restyling.

Ti ho già parlato in questo post di come dar vita, anzi nuova vita, ad un oggetto ormai datato è una scelta vincente, sia in termini di impatto ambientale, non crei rifiuti, sia in termini di impatto sulla tua tasca. In più creeresti un oggetto unico, anche nei piccoli difetti di realizzazione.

In vendita ci sono pitture perfette per questo tipo di oggetti, ti basterà comprarne una o più lattine, in base al tuo progetto, e rinnovare.

Il blu può essere davvero il colore capace di fare la differenza nella tua casa, in ambienti a cui sei abituata ormai.

Accendilo con il giallo o con il verde smeraldo, abbinalo ai grigi, più o meno scuri, al bianco, al rosa, al viola o lilla per un accento pop fantastico. Si presta moltissimo a diventare ciò che tu vuoi che sia. Il colore, la base, il cupo o l’acceso.

Ah, e non dimenticarti del cuoio e del marrone bruciato.

Sceglilo in base all’effetto che desideri, io posso assicurarti solo che sarà un successo.

Dimmi che prenderai in considerazione il blu. Anche solo un piccolo tocco!

A presto!

Vittoria

Foto in evidenza di Andres Bergstedt per Entrance Makleri.

Ti potrebbero interessare

2 comments

  1. Negli ultimi periodi ho molto sottovalutato il blu ( che usavo solo per i vestiti ) in casa, come colore mi piace moltissimo e lo trovo davvero elegante, da quel tocco in più moderno ma rimanendo nel classico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!