5 Piante adatte alla camera da letto

5 Piante adatte alla camera da letto

Purificare l’aria e rilassare con le piante

Mea culpa. Sono in fissa con le piante da appartamento e mi vengono in mente mille post in cui parlartene. Avrai notato dall’inizio di questo blog come con una certa cadenza sto qui a parlarti di piante (uno dei primo post che ho scritto è stato su come arredare con le piante).

Come ho spesso ripetuto sono da sempre conosciuta come una dal famoso pollice nero. L’Attila delle piante potrei azzardare. Una bella piantina grassa? Fatta fuori. Il sempre attuale basilico da comprare ad ogni inizio primavera piena di speranze e di buoni propositi? Appassito in 3-2-1. Anche il rosmarino non ha certo brillato per longevità nelle mie mani. Insomma non ho proprio una storia positiva con le piante.

Foto via Entrance Makleri

Ed invece complice come ho già detto in un altro post una dolcissima ragazza ed il suo amore per il verde (parlo di Naki e questo è il suo canale Youtube), ho iniziato negli ultimi mesi ad appassionarmi al mondo delle piante. Probabilmente in passato ho sbagliato praticamente tutto.

Dal travaso, al terriccio, al numero di annaffi, all’esposizione. Insomma una débâcle su tutta la linea. Quindi come per ogni cosa che mi appassiona ho iniziato a leggere, a cercare, a fare ricerche ed ho comprato la mia prima pianta.

Una Monstera Deliciosa che mi sta dando grandi soddisfazioni. Lei è già bella, protagonista della mia nuova zona giorno e ti parlerò presto sia di come prendertene cura se anche tu ne vuoi una, sia di tutte le piante che ho selezionato per la zona giorno.

Foto: Progetto di Emma Fisher per Bjurfors

Ma senza divagare ulteriormente torniamo all’argomento del post: 5 piante (tra le molte a disposizione) da camera da letto.

Credenza comune, miti e leggende al pari di quelle di Re Artù, sostengono che le piante in camera da letto facciano male, che rilascino anidride carbonica e che concorrano a saturare l’aria. Da qui la convinzione di doverle relegare alla zona giorno di casa e comunque ad una certa distanza dalle camere da letto.

Nulla di più falso, almeno per le 5 piante di cui ti parlerò di seguito e per molte altre che non citerò.

Foto: Progetto di Linnea Manaberi per Alvhem

La Nasa alla fine degli anni 80 ha presentato una ricerca volta proprio a definire quali piante fossero più utili a rendere più pura l’aria delle stazioni spaziali, quali piante incidessero positivamente sulla salubrità dell’aria e quali comportassero benefiche interferenze con i campi elettromagnetici dovuti all’uso di tecnologia in spazi ristretti. Tra quelle adatte ad essere inserite in camera da letto ne ho selezionate 5, che sono le mie preferite soprattutto per il loro aspetto ed impatto visivo sugli ambienti di casa.

Calathea orbifolia

Originaria dell’America meridionale, Bolivia per la precisione, è una pianta da appartamento che necessita di poche cure ed è perfetta per essere inserita anche in camera da letto. Caratterizzata dalle foglie che arrivano anche a grandezze importanti, screziate di verde chiaro e scuro, è tra le più belle tra quelle che ho selezionato. Una pianta utile ma di grande impatto visivo. Perfetta per diventare il quid in più per la tua camera.

Foto via Herz&blut

Gelsomino

L’unica pianta da fiore che ho selezionato. In genere preferisco le piante verdi per gli spazi interni (ma anche per gli esterni ad essere onesta) però in questo caso ho fatto un’eccezione. Il gelsomino è in assoluto il profumo che preferisco e questo ha ovviamente inciso. La sua fioritura è ricca di piccoli e profumatissimi fiori bianchi.

Un profumo delicato, romantico, capace secondo gli studi di aiutare il sonno e permettere una migliore concentrazione anche nel giorno successivo al riposo. L’ho comprata, ti farò sapere. Intanto, anche solo per il profumo, per me è fantastica.

Philodendron imperial dream

Una famiglia, quella dei filodendri, adatta a purificare l’aria. La mia varietà preferita, che ho cercato in lungo ed in largo (ma al momento con poco successo) è l’imperial green. Anch’esso nativo delle Americhe del Sud, Colombia questa volta, è una delle piante inserite dalla NASA nella lista di quelle amiche dell’aria pura ed adatta dunque ad essere usata anche nelle camere da letto.

Foto via MonsteraCo

Pianta che può arrivare a dimensioni generose, è caratterizzata dalle belle foglie grandi e di un verde vivido. La sua peculiarità è filtrare alcuni agenti inquinanti tra cui la formaldeide, presente nei tappeti ad esempio ma anche nei prodotti per la pulizia di casa e di essere efficace anche contro le onde elettromagnetiche dei dispositivi domestici. Tra le mie preferite in assoluto.

Photos Scindapsus Aureus

Anche in questo caso la famiglia dei photos appartiene in toto a quella delle piante che aiutano a purificare gli ambienti dagli agenti chimici e dalle onde elettromagnetiche. Tra tutte le varietà di photos disponibili questa è una delle mie preferite.

Foto via Plant Jungle

Originaria dell’Asia sud-orientale, è una pianta rampicante caratterizzata da forme ovali di un colore variegato tra il verde ed il bianco latte. Dalla crescita compatta è adatta ad essere usata in camera da letto come in ogni stanza di casa.

Sanseviera Trifasciata “Moonshine”

Anche in questo caso, tutte le Sanseviera (comunemente conosciute come lingue di suocera) sono utili per purificare l’aria. Te ne avevo già parlato nel post sulle 7 piante adatte al bagno. Quella di cui voglio parlarti oggi è la mia varietà preferita. La Moonshine è caratterizzata da foglie monocolore di un verde spento con i bordi di un verde più scuro.

Foto via I drink and I grow things

Originaria dell’Africa e dell’Asia tropicale, con le belle e carnose foglie, è perfetta non solo per purificare ma anche per decorare. Non a caso l’avevo selezionata mesi fa tra le piante più adatte a decorare gli spazi di casa. Anche questa in arrivo presto a casa mia anche se non è di così semplice reperibilità, almeno nei vivai in cui sono andata.

Queste le 5 piante per la camera da letto che, al momento, sono le mie preferite. Trovo davvero interessante l’inserimento di verde in camera e sono convinta concorra ulteriormente a creare un ambiente cozy o hygge capace di rilassarci dopo una giornata di lavoro.

Alla prossima,

Vittoria

Foto in evidenzia: Progetto di Emma Fisher per Bjurfors

Ti potrebbero interessare

10 comments

  1. Anch’io pensavo erroneamente che fosse pericoloso mettere le piante in camera da letto a causa dell’anidride carbonica. Interessante l’elenco che hai fornito (a parte il gelsomino che x me ha un profumo troppo forte😅). Ci farò un pensierino. Grazie

  2. Anche io ho un debole per le piante da appartamento…nella mia camera da letto non c’è spazio ma farò un pensierino su un paio di quelle dell’articolo per il soggiorno!

  3. Amo tantissimo le piante per quanto non sia proprio un pollice verde. Lo è mia madre. Fino a qualche anno fa, a casa avevamo ben due Calathee orbifolia. Le avevamo all’ingresso ed in soggiorno. Non erano molto adatte alla camera da letto dei miei in effetti. Invece calzerebbe a pennello la moonshine.
    Maria Domenica

    1. Io adoro la calathea orbifolia Maria Domenica, davvero una pianta scenografica capace di catturare l’attenzione. Il fatto che non richieda attenzioni particolari me la rende ancora più cara visto il mio non pollice verde.

  4. Che bel suggerimento! In effetti io non le ho mai messe in camera da letto, ma mi sa che ora lo farò! Ho già in mente un angolo perfetto. Complimenti per la selezione delle foto, davvero bellissime.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!